SCRITTURA MECCANICA

Collezione di macchine da scrivere di Ettore Poccetti


Home
Introduzione
La Collezione
Macchine Rare
Contatti
Siti Collegati
 
I Modelli
 
Adler 1 (Empire)
Adler 1 (Empire)
Adler 7
American Index 2
American Visible 1
American Visible 2
Armstrong 8
Bar-Let 2
Bar-Lock Portable
Bennett silver
Bing 2
Blickensderfer 5
Blickensderfer 7
Blickensderfer Featherweight
Brooks
Burroughs
Caligraph 2 (glass keys)
Caligraph 2 (plastic keys)
Caligraph 2 (solid keys)
Caligraph 2 (solid keys)
Caligraph 3
Caligraph 4
Century 10
Chicago 1 - Decorated
Chicago 1 - Pin Stripe
Commercial Visible 6
Continental 1a
Continental 1b
Continental 2
Continental Silenta
Corona 3
Corona 4
Courier
Crandall New Model
Daugherty
Daugherty Visible
Daugherty Visible
Demountable 2
Densmore 1a
Densmore 1b
Densmore 1c
Densmore 2
Densmore 4
Densmore 5
Densmore 5 - Tab.
Edelmann
Electa
Emerson 3a - (Boston, Mass.) - copy
Emerson 3b - (Chicago, Ill.)
Emerson 3c - (Woodstock, Ill.)
Emerson 3d - (Woodstock, Ill.)
Empire 1
Empire 1
Empire 2
Erika
Eureka
Famos
Fay-Sho 4
Fox 2
Fox 4
Fox 24
Franklin 7
Franklin 9
Frister & Rossmann
Frolio 5
Hall 1 (New York)
Hammond 1
Hammond 2
Hammond 12
Hammond Multiplex
Hammond Varityper Electric
Harris Visible 4
Helios Klimax
Hesperia
Hesperia
Ideal A2
Ideal A2 (italian keyboard)
Ideal A3
Ideal A4
Ideal B
Ideal C
Imperial 50
Imperial B
Imperial Portable Mod.T
Imperial Standard 15
Invicta 4
Invicta 4
Invicta 5
Invicta 60
Jewett 1
Jewett 4
Junior 3
Juventa
Kanzler 4
Keystone 1
Klein-Adler 2
L.C. Smith 1
L.C. Smith 8
Lambert Embossed
Lambert Embossed (French)
Lambert Smooth
Littoria 10
Mercedes 2
Mercedes 6 Electric
Merritt
Mignon 2
Mignon 3
Mignon 4
Minerva 1
Mitterhofer (Reproduction I° Mod. 1864)
Molle 3
Monarch Visible 2
National 1889
New American 5
New Century Caligraph 5
New Century Caligraph 6
New Yost 2
Noiseless Portable
Norths
Odell 1b
Odell 2
Oliver 3
Oliver 5
Oliver 7
Oliver 9
Oliver 15
Oliver Portable
Olivetti M1
Olivetti M20
Olivetti M20 - Tab.
Olivetti M40/1
Olivetti M40/1 - Tab.
Olivetti M40/2
Olivetti M40/3
Olivetti MP1
Olivetti Studio 42
Peoples
Perkeo
Pittsburg Standard 11
Pittsburg Standard 11
Pittsburg Visible 10
Pittsburg Visible 10
Postal 3
Postal 5
Regina 4
Reliance Visible
Remington Junior
Remington Portable 1
Remington Portable Purple
Remington Sholes 11
Remington Standard 2
Remington Standard 2
Remington Standard 5
Remington Standard 6
Remington Standard 7
Remington Standard 8 - Mod.B
Remington Standard 8 - Mod.C
Remington Standard 9 - Mod.C
Remington Standard 10
Remington Standard 12
Rofa 3
Royal 5
Royal 10
Royal Bar-Lock 10
Royal Bar-Lock 14
Royal Portable Mod.P-Green
Royal Standard
Salter 7
Salter 10
Salter Improved 6
Salter Visible
Senta
Smith Premier 1-early
Smith Premier 1-late
Smith Premier 2
Smith Premier 10
Smith Premier 10
Standard Folding 1
Stoewer Elite
Stoewer Record
Stoewer Record
Sun Standard 2
The Franklin - Medallion
Tip-Tip
Titania 3
Typo
Underwood 1
Underwood 1
Underwood 2
Underwood Portable
Underwood Standard 3
Underwood Standard 5
Victor 2
Virotyp, early (table model)
Williams - early 4
Williams 2
Williams 4
World 1
World 2
Yetman
Yost 1
Yost 4
Yost 4
Yost 10
Yost 15
Yost 20
 
La Collezione
macchine da scrivere
stampa
Stampa

Emerson 3b - (Chicago, Ill.)
Serie n.3107

U.S.A. 1908
Photogallery
 
macchine per scrivere     macchine per scrivere     macchine per scrivere     macchine per scrivere     macchine per scrivere    
macchine per scrivere     macchine per scrivere     macchine per scrivere     macchine per scrivere     macchine per scrivere    
macchine per scrivere     macchine per scrivere     macchine per scrivere     macchine per scrivere     macchine per scrivere    
macchine per scrivere    
 
macchine per scrivere
Emerson 3a - (Boston, Mass. , 1907)    
macchine per scrivere
Secretary of New York, 1902    
 
Descrizione
 
La macchina da scrivere Emerson, brevettata per la prima volta nel 1902, si deve all'idea di Richard W. Uhlig, che progettò all'epoca anche altri modelli diversi fra loro, circa 50, riuscendo a metterne a punto una ventina, fra i quali la Fountain, successivamente denominata Commercial Visible, la Allen, Arlington, Delta, Modern, Perfection, ecc. , prodotte dalle fabbriche citate, ma nessuna di esse fa parte di quelle migliori sul mercato a quel tempo, con predominante successo commerciale, al contrario prodotte in un limitato numero di esemplari. Della Emerson, non si conoscono modelli con numerazione precedente al n.3 , ma va detto che di questo modello esistono quattro versioni con particolarità e variazioni tra loro che si sono succedute dal primo immesso sul mercato, sino all'ultimo. E' riscontrato, tuttavia, l'esistenza di un modello antecedente molto simile alla Emerson, denominato "Secretary of New York", dove la maggior differenza è nel posizionamento delle bobine, che anzichè essere ai lati destro e sinistro, al di sopra dei martelletti, sono invece sotto la struttura sul dietro, posizionate allo stesso modo della Smith Premier 10.
La prima fabbrica della Emerson fu costituita a Kittery, Maine, nel settembre 1907, denominata "Emerson Typewriter Company" con un capitale di $500.000, e il presidente fu denominato H. Mitchell, della stessa città. Gli uffici vendite erano localizzati in Boston, Mass. , in 165-167 High Street con direttore generale George M.A. Fecke, e il prezzo di vendita fu stabilito in $50. Un anno dopo, nel 1908, la fabbrica si trasferì a Momence, Ill. , con uffici vendite in Chicago, Ill. , dove un consistente numero di macchine furono prodotte e vendute. Nel 1910 la società "Sears, Roebuck & Co." , su interesse degli stessi fondatori di questa famosa "Mail Order House" di Chicago, Mr. Sears e Mr. Alvah Roebuck, acquisirono la piccola fabbrica Emerson fondando, con modifica della ragione sociale, la "Roebuck Typewriter Company", ma di lì a poco, il 21 aprile dello stesso anno, cessò la produzione della macchina da scrivere, che venne in altro modo continuata e sostituita dalla "Woodstock Typewriter Company", ben conosciuta e affermata nell'intera industria di questo settore produttivo. Successivamente, nel 1914, la società sostituì il modello Emerson, con la più convenzionale macchina a battitura frontale che porta il suo nome "Woodstock". Dopo che la fabbricazione della Emerson fu cessata, si fece avanti un impresario acquirente delle rimanenze di magazzino, Mr. Harry Annell Smith, che continuò ancora per un pò la produzione, vendendo la macchina con il suo stesso nome "Smith", una pratica che è considerevolmente più facile che fabbricare, ma difficile da ottenere un maggiore successo che in predenza. Un altra possibile variazione del nome della macchina Emerson in precedenza era stato "Roebuck".
La Emerson è una macchina da scrivere a battitura frontale con 28 tasti, posizionati su tre file nella tastiera, corrispondenti a 84 caratteri, doppio tasto fissa maiuscole a sinistra, (CAP) e (FIG) , che rispettivamente alzano e abbassano tutto il blocco meccanico legato ai martelletti, posizionati verticalmente, e disposti ad ala ai due lati della superficie di battuta, sinistro e destro, con un movimento che ricorda la chiusura di una porta, nell'attimo stesso della battuta. Il meccanismo si riconduce in parte al modello Oliver come similitudine, dove i martelletti battono da sopra sul rullo, quì invece, nella Emerson, battono frontalmente, e la scrittura è perfettamente visibile. La macchina è predisposta per un nastro bicolore, in principio di mm.11, successivamente mm.13, la cui selezione avviene mediante il relativo tasto dispositivo "R.S." . E' dotata di tasto di ritorno, e i tasti del tabulatore sono al di sopra della tastiera allineati.
Come detto della macchina da scrivere Emerson è apparso sul mercato solo il modello numerato "3" , ma con particolarità e differenze anche sostanziali nella struttura e nell'estetica che fanno ritenere corretto, per maggior precisione, un chiarimento come di seguito descritto:

Modello 3a - è il primo modello fabbricato nel 1907 a Kittery, Maine, con ufficio vendite a Boston, Mass. , di cui porta impresso chiaramente il logo del nome della città al centro della macchina, fra il gruppo dei martelletti. Ha i piedini a forma di "zampa di leone" e il nastro è di 11 mm. . Il poggiacarta è molto ben ornato con decal riportante il nome della macchina. I tasti sono di materia plastica dura. Non si conoscono ad oggi modelli rimasti in vita, e la sola conoscenza di esso è tramite foto o disegno riportato nei testi.

Modello 3b - è il modello successivo costruito a Momence, Ill. , con vendite a Chicago, Ill., a partire dal 1908, e la decal è ora con questo logo impresso della città. Sono scomparsi i piedini a zampa di leone, il nastro ora è di 13 mm., la decal è più semplicemente con la scritta "EMERSON" a caratteri maiuscoli sul poggiacarta, le bobine sono diverse da prima.

Modello 3c - prodotto dal 1910 a Woodstock, Ill. , il logo ora riporta questo nome della città. Oltre a piccole variazioni nelle decal, la modifica più evidente è il posizionamento di un cestello sotto le bobine che le contiene, e abbellisce l'intera struttura della macchina. In aggiunta cambiano la forma dei tasti che diventano in cartoncino lucido con anello nichelato.

Modello 3d - prodotto di seguito al precedente o forse anche in contemporanea, ha una struttura ancora più massiccia e più lunga di circa 5 mm. , oltre a variazioni nell'estetica sempre delle decal, e la scritta "Emerson" sul poggiacarta in lettere questa volta minuscole.

Nonostante avesse "scrittura totalmente visibile", la causa principale del fallimento della Emerson sul mercato delle macchine da scrivere, era la mancanza di velocità nella battitura e il modo in cui i suoi martelletti avevano di cadere. Un tempo la Emerson ha promosso le sue vendite offrendo un pianoforte gratuito a chiunque potesse vendere un certo numero di macchine. Ci si chiede, se ne valesse la pena !
 



© 2010 www.scrittura-meccanica.it
Powered by StarWebStudio